DSpaceUnipr DSpaceUnipr
      Le Biblioteche dell'Università    |    Periodici elettronici    |    Banche dati    |    Cataloghi online

DSpace a Parma >
Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società >
Ricerche di s/confine. Oggetti e pratiche artistico / culturali >
Le mostre. VI, 1 (2015) >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/1889/3274

Titolo: Il fascino della città eterna: artisti albanesi nelle accademie romane nella prima metà del Novecento
Autori: Cuka, Amalda
Data: 4-feb-2017
Editore: Dipartimento dei beni culturali e dello spettacolo, Università di Parma
Tipo di documento: Article
Abstract: L’articolo prende in esame le relazioni italo-albanesi negli anni compresi tra il 1914 e il 1943 e in particolare l’esperienza di una generazione di artisti albanesi che si forma a Roma in questo arco di tempo. L’occasione è offerta dal mio recente ritrovamento nell’archivio dell’Accademia di Belle Arti di Roma di alcune cartelle didattiche che documentano la presenza nell’istituto di diversi artisti di nazionalità albanese; la ricerca ha interessato anche l’archivio dell’Accademia Nazionale di San Luca e la British Academy of Arts di Roma. Partendo da una breve analisi delle condizioni storiche che hanno favorito lo sviluppo di relazioni culturali fra i due paesi, il testo si sofferma su alcune tematiche emerse dalla lettura dei documenti, come i rapporti degli artisti con l’istituto romano e l’istituzione di specifiche borse di studio a sostegno dei viaggi di formazione in Italia.
This article examines the relationship between Italy and Albania from 1914 to 1943. In particular it explores the experience of a generation of Albanian artists who studied the arts in Rome during that period. This opportunity was presented to me by my recent discovery of some students’ folders in the Accademia di Belle Arti that provide information about a number of Albanian artists who studied in Rome. Research done on the Accademia Nazionale di San Luca and the British Academy of Arts in Rome also contributed towards this paper. Starting with a short analysis of the historical context that facilitated the development of cultural relations between the two countries, the text focuses on some issues that have been brought to light from these documents. These include relations between the artists and the Accademia di Belle Arti, and the establishment of specific grants to support educational journeys in Italy.
InLe mostre. VI, 1 (2015)

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
CUKA-fascino.pdf255,38 kBAdobe PDFVisualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale



Tutti i documenti archiviati in DSpaceUnipr sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software
CINECA