DSpaceUnipr DSpaceUnipr
      Le Biblioteche dell'Università    |    Periodici elettronici    |    Banche dati    |    Cataloghi online

DSpace a Parma >
Dipartimento di Lettere, Arti, Storia e Società >
Ricerche di s/confine. Oggetti e pratiche artistico / culturali >
Le mostre. VI, 1 (2015) >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/1889/3273

Titolo: Tra l’esporre e l’esporsi: dalla rappresentazione alla performance, nuovi approcci alla nozione contemporanea di esposizione.
Titolo alternativo: Appunti dal simposio internazionale IMPACT14 “On Exposure” con Dorothea von Hantelmann, Jonathan Bepler e Kate McIntosh
Autori: Chernetich, Gaia Clotilde
Data: ott-2015
Editore: Dipartimento dei beni culturali e dello spettacolo, Università di Parma
Tipo di documento: Article
Abstract: L’articolo è il resoconto del simposio IMPACT14 che si è tenuto presso il centro coreografico Pact Zollverein di Essen (20-23 Novembre 2014). I relatori sono stati la storica dell’arte Dorothea von Hantelmann, il musicista Jonathan Bepler e la performer Kate McIntosh. Attraverso sessioni pratiche e teoriche, il workshop ha stimolato la condivisione e l’approfondimento di diversi aspetti critici della nozione di esposizione. Dorothea von Hantelmann ne ha sottolineato la dimensione rituale, descrivendola in quanto pratica sociale le cui radici storico-filosofiche affondano nell’Umanesimo. Jonathan Bepler ha coinvolto i partecipanti con una proposta pratica basata sullo studio delle possibilità dell’emissione vocale. A conclusione della giornata, i partecipanti hanno dato vita alla performance di Bepler presso l’Approximation Festival di Düsseldorf. Compiendo una sintesi, McIntosh ha alternato discussione e pratica, chiedendo ai partecipanti di scrivere lo score per una performance.
This article reports on the symposium IMPACT14 that took place at Pact Zollverein choreographic centre in Essen (20-23 November 2014). The lecturers were art history professor Dorothea von Hantelmann, musician Jonathan Bepler and performer Kate McIntosh. Between theoretical and practical sessions, the workshop stimulated the sharing and the in-depth analysis of different critical aspects of the notion of “exposure”. Dorothea von Hantelmann underlined the ritual dimension by describing it as a social practice that has its historical/philosophical origins in Humanism. Jonathan Bepler has dragged the participants into a practice-based proposition aimed at exploring vocal emission. At the end of the session, the participants have performed Bepler’s performance at Approximation Festival in Düsseldorf. As a synthesis, McIntosh alternated discussion and practice; she asked the participants to write down the score for a performance.
InLe mostre. VI, 1 (2015)

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
CHERNETICH-esporre.pdf985,45 kBAdobe PDFVisualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale



Tutti i documenti archiviati in DSpaceUnipr sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software
CINECA