DSpaceUnipr DSpaceUnipr
      Le Biblioteche dell'Università    |    Periodici elettronici    |    Banche dati    |    Cataloghi online

DSpace a Parma >
CAPAS - Centro sulle Attività e le Professioni delle Arti e dello Spettacolo >
MoRE - Museum of refused and unrealised art projects >
MoRE - Collezione Progetti >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/1889/1776

Autori: Pietroiusti, Cesare
Curatori: Modena, Elisabetta
Titolo: Mine vaganti
Data di realizzazione: 1987
Abstract: Il progetto, parzialmente realizzato, riguarda l’idea di “creare” arbitrariamente identità di artisti o critici inesistenti affinché contribuiscano attivamente con la loro professionalità fittizia e programmata a tavolino e si inseriscano nel sistema tramite false opere o falsi interventi o addirittura mostre adeguatamente comunicate e pubblicizzate. Lo scopo è quello di provocare dei cortocircuiti nel sistema dell’arte per sottolineare il sottile confine che esiste tra la realtà e la finzione, ma anche tra ciò che è arbitrario e ciò che appartiene allo specifico sistema dell’arte al fine di dimostrarne la prevedibilità. Il progetto risale al 1987-88 ed è illustrato anche nella pubblicazione intitolata Come si diventa artisti del 1992. Una parziale realizzazione del progetto è stata la creazione, in collaborazione con un team curatoriale, di un’artista inventata che ha realizzato alcune opere e partecipato ad alcune mostre seppur a livello sperimentale.
The projects, partially completed, aimed at creating arbitrarily identities of not existing artists and critics who actively took part to the art system with their pretended and artificial professionalism through fake works and statements or even exhibition well communicated and promoted. The goal was to cause a short circuit in the art system to stress the subtle borderline between reality and fiction, but also between what is arbitrary and what belongs to the specific art system in order to prove its predictability. The projects dates back to 1987-88 and has been described also in the publication How to become an artist in 1992. A partial realisation of the project has been the creation, together with a team of curators, of an invented artist who realised some works and took part to some experimental exhibitions.
Descrizione: il progetto è raccontato a voce dall’artista in occasione di un incontro avvenuto a Roma nell’ottobre 2011. É stato inoltre pubblicato nel volumetto intitolato Come si diventa artisti edito dall’Associazione culturale che Pietroiusti ha contribuito a fondare, il Centro Studi Jartrakor, nel 1992. 1_ comesidiventa1 (file jpeg, 16,61x19,17cm, 300 dpi). 2_comesidiventa2 (file jpeg, 27,74x14,94 300 dpi)
the project has been told by the artist on the occasion of a meeting in Rome in October 2011. Moreover, it was published inside the small book “How to become an artist”, published in 1992 by Jartrakor, the cultural association founded by the artist. 1_ comesidiventa1 (file jpeg, 16,61x19,17cm, 300 dpi). 2_comesidiventa2 (file jpeg, 27,74x14,94 300 dpi)
Contiene: [Mine vaganti, copertina del libro Come si diventa artisti]
[Mine vaganti, scheda di progetto dal libro Come si diventa artisti]
Tipo di documento: Working Paper
InMoRE - Collezione Progetti

Full text:

File Descrizione DimensioniFormatoConsultabilità
CESARE PIETROIUSTI_Mine Vaganti.pdfScheda di progetto97,89 kBAdobe PDFVisualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale



Tutti i documenti archiviati in DSpaceUnipr sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software
CINECA