DSpaceUnipr DSpaceUnipr
      Le Biblioteche dell'Università    |    Periodici elettronici    |    Banche dati    |    Cataloghi online

DSpace a Parma >
Facoltà di Lettere e Filosofia >
Corso di laurea triennale in Scienze della Comunicazione Scritta e Ipertestuale >
Editoria digitale - Materiali didattici >

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/1889/1305

Titolo: Biblioteche digitali e scienze umane. I. Open access e depositi istituzionali
Autori: Tammaro, Anna Maria
Data: 2008
Editore: Casalini libri
Tipo di documento: Book
Abstract: Lo studio che viene presentato in questo volume ha come focus le biblioteche digitali, le nuove biblioteche che sono state rese disponibili dalla digitalizzazione delle collezioni e dal loro accesso dal Web, e vuole tentare di rispondere a questa domanda: qual è il valore aggiunto che la biblioteca digitale può assumere per la comunità degli studiosi di area umanistica? Il volume è intitolato alla biblioteca digitale per le scienze umane, intesa come biblioteca digitale di ricerca, con funzionalità di base, identificate nella costruzione di depositi istituzionali nel quadro di riferimento dell’Open Access, e con funzionalità avanzate di co-laboratorio, di cui ci si limita ad indicare alcune esemplificazioni. Il volume è diviso in due parti, editorialmente distinte, ma concettualmente collegate, dedicate rispettivamente la prima all’attività editoriale e alla gestione dei contenuti digitali prodotti dai docenti e la seconda alla definizione della biblioteca digitale co-laboratorio. Il lettore a cui si fa riferimento è lo studioso di area umanistica. Lo scopo che si è voluto perseguire è quello di porsi come un primo tentativo, seppure limitato, di condividere con gli studiosi di area umanistica alcune delle attuali problematiche e soluzioni elaborate dalla ricerca sulla biblioteca digitale, nella convinzione che queste soluzioni possano essere di utilità agli studiosi che creano ed usano oggetti digitali, siano essi semplici foto digitali o siano questi oggetti digitali complessi, come corpora digitali di grandi dimensioni. Questo obiettivo non va confuso tuttavia con un tentativo di una generica alfabetizzazione al digitale, o con l’introduzione ad alcune tecniche informatiche. Ci si propone invece di descrivere teorie, metodologie ed approcci che si basano sulla tradizione rinnovata delle biblioteche digitali e che possono essere utili per capire le opportunità delle biblioteche digitali. Queste teorie e metodi della biblioteca digitale sono inoltre condivisibili ed esportabili per tutti i diversi assetti digitali che i singoli studiosi dell’area umanistica stanno creando autonomamente, per i loro scopi di studio e di ricerca.
Descrizione: Versione disponibile per la sola lettura da schermo. La versione stampata e' acquistabile presso l'editore Casalini libri.
InEditoria digitale - Materiali didattici

Full text:

File DimensioniFormatoConsultabilità
Biblioteche digitali e scienze umane 1.pdf434,77 kBAdobe PDFVisualizza/apri


Questo documento è protetto dal copyright originale



Tutti i documenti archiviati in DSpaceUnipr sono protetti da copyright. Tutti i diritti riservati.


Segnala questo record su
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

  Browser supportati Firefox 3+, Internet Explorer 7+, Google Chrome, Safari

ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software
CINECA